05
Lug

LA CASA A MISURA DI BAMBINO

Per organizzare una casa abitata da bambini, bisogna mettere in primo piano l’incolumità…della casa! Dopodiché, via libera alla fantasia e alla creatività…

 

Scherzi a parte, il primo fattore da prendere in considerazione nell’arredamento di una casa abitata da bambini è la sicurezza dei bambini, of course. Provvedere a garantire, per quanto possibile, l’incolumità delle nostre piccole pesti, è l’aspetto fondamentale del perfetto arredamento di una casa a misura di bambino. Immaginatevi quindi una casa colorata, a portata delle sue manine imbrattatrici, raggiungibile dalla sua altezza, piena di cassetti che aprirà di continuo (e non chiuderà mai), ma con facilità e senza farsi male.

Ma come organizzare una casa a misura di bambino, senza che somigli ad una ludoteca abbandonata? Scopriamo allora tante idee carine, senza rinunciare al design.

 

Partiamo dal luogo in cui loro trascorrono molto tempo: la cameretta. Nel corso degli anni e della loro crescita, in effetti, questo luogo della casa crescerà e decrescerà in termini di fruizione, ma lo sviluppo infantile è certamente legato a questo importante ambiente. Specialmente in questo luogo i bambini fanno i compiti, giocano, invitano altri bambini e soprattutto dormono. Il sonno dei bimbi, si sa, è importante per loro e salvifico per genitori oramai allo stremo. È bene dunque che i lettini siano bassi e facili da raggiungere in autonomia. Ovviamente per la cameretta si può pensare anche ai comodini e naturalmente alla scrivania, anch’essa tendenzialmente bassa e con spigoli arrotondati.

 

Parola d’ordine: organizzazione. Per i giocattoli scegliete mobili di media altezza, con scaffalature aperte e contenitori removibili. In questo modo i bambini potranno gestire in maniera autonoma le loro attività ludiche, chiedendo aiuto solo nei casi di effettiva necessità. Scegliere armadi studiati appositamente per loro è la scelta più consigliata, in questo modo potranno decidere da soli cosa indossare, sviluppando la loro personalità. Ma per sicurezza è sempre meglio supervisionare gli outfit, giusto per evitare arlecchinate e accostamenti improbabili.

Altro mobile fondamentale è il tavolino basso con le sedie, alias il suo piano da lavoro, il regno della sua creatività. Meglio ritagliare un ‘angolo lavoro’ per evitare che la fantasia trasbordi sulle pareti o su qualsiasi altra superficie della casa. Un consiglio spassionato ai giovani genitori? Ci vorranno quintali di pazienza e ogni tanto bisognerà chiudere un occhio o entrambi o, per un effetto immediato, ingerire quelle ‘Tic-Tac’ miracolose che tenete nel comodino….

 

E per il resto della casa? Il principio è identico: poltrone in miniatura, tavoli da disegno in policarbonato, accessori modulari, per finire con una cucina che possa accogliere un angolo giochi e tanti mobili-contenitore per riporre i giocattoli gettati in ogni dove, stile ‘lancio di coriandoli’. Fondamentale nella scelta dei mobili è la forma degli spigoli e la tipologia del materiale di costruzione. Se volete una casa a prova di bambino scegliete mobili in materiale morbido, mentre le forme rotonde non solo caratterizzano la stanza con eleganti linee fluide, ma impediranno ai bambini di farsi male giocando in prossimità di angoli o spigoli.

Siete amanti delle forme quadrate, minimal e moderne? S-c-o-r-d-a-t-e-v-e-l-o, almeno fino alla 5 elementare. In caso contrario, cari genitori temerari, sarà utile mettere in sicurezza gli angoli taglienti con protezioni ad hoc.

 

Avete un camino in salotto e un bimbo che da grande ha già palesato l’ambizione di fare il pompiere o, peggio ancora, il piromane? Rendete il camino a prova di bambino con una protezione in vetro o un cancelletto a prova di lancio oggetti. Tenete sempre d’occhio i vostri pargoli perché anche lo schermo protettivo può scaldarsi e diventare pericoloso.

 

Un pavimento in legno aggiunge fascino e stile alla vostra casa? Verissimo. A volte però per i bimbi anche questi materiali possono essere duri e poco confortevoli, o alla peggio li interpreteranno come immense tavolozze da disegno. Per ovviare a questo inconveniente posizionate alcuni caldi e morbidi tappeti dai mille colori sul pavimento, sui quali i vostri cuccioli possano gattonare, correre e giocare in tutta tranquillità. Inoltre vi consigliamo di optate per tessili e materiali semplici da pulire. I vostri bambini amano dipingere e disegnare sui muri? Non è un problema! Dipingete la parte bassa dei muri con una speciale vernice lavabile così da potere rimuovere facilmente le opere d’arte che si sovrapporranno negli anni. Una casa a prova di piccoli Picasso non può esserne sprovvista!

 

E per finire il bagno, ma qui non abbiamo particolari consigli da darvi. È tendenzialmente il luogo che non frequenteranno di loro spontanea volontà, se non in maniera coattiva, stile carcerato di Guantanamo…