01
Ott

MERCATO IMMOBILIARE A MILANO: ANCORA INTERESSANTE?

Dopo gli anni difficili che hanno seguito il crollo finanziario del 2008, il mercato immobiliare meneghino sembra dare i primi segnali di ripresa o per lo meno di inversione del trend negativo. Sarà vero? E di conseguenza: quali sono i trend dei prossimi mesi? Scopriamolo subito.

_____________________________________________________________________________________

Se c’è una cosa su cui tutte le statistiche e gli operatori del settore sono d’accordo è questa: il mercato immobiliare a Milano sta mostrando importanti segnali di ripresa. Lo dicono i dati di Nomisma che, nel focus dedicato al capoluogo lombardo, evidenzia come, dopo un lungo periodo di dinamiche dei prezzi che hanno mostrato una “ripresa” (pur indotta da una percentuale di capitali stranieri preponderante rispetto a quelli locali), i prezzi immobiliari si avviano verso una fase di assestamento.

I dati diffusi dal più recente report del centro studi mostrano Milano città con prezzi al metro quadro di 3631 euro in media per le abitazioni di nuova costruzione, grazie soprattutto al segmento prime che mostra prezzi in continua crescita.        Circa 3 mila euro, invece, il prezzo medio annuo al metro quadro per le abitazioni usate. La variazione percentuale annua è praticamente nulla: +0,7% nel caso delle abitazioni nuove, +0,1% nel secondo. Addirittura in calo dell’1% sono i prezzi delle abitazioni usate e nuove nell’hinterland, che segna rispettivamente 1857 e 2316 euro al metro quadro in media. Bene invece i canoni d’affitto, per il terzo semestre di fila: se nell’hinterland restano sostanzialmente stabili a 96 euro per metro quadro annui, a Milano città si vede un aumento degli affitti dell’1,1%, a 147 euro. In entrambi i casi i rendimenti annui lordi si attestano al 5% e oltre, livelli ancora interessanti dato l’attuale scenario economico.

Il quadro complessivo tra tutte le categorie d’immobili in vendita a Milano mostra che negli ultimi 3 del 2018 mesi i prezzi sono in debole aumento (+1,28%). La leggera crescita dei prezzi identificata è abbastanza definita ed omogenea nel periodo. Per quanto riguarda più nello specifico i singoli segmenti del mercato a Milano, è possibile osservare che la tipologia che ha registrato il maggior apprezzamento percentuale è costituita da bifamiliari: le quotazioni mostrano un incremento di circa il 3% negli ultimi 3 mesi.

La tipologia che ha invece registrato il maggior deprezzamento percentuale è costituita da case semindipendenti: le quotazioni hanno accusato una flessione di meno dell’1% negli ultimi 3 mesi. Molto ambiti nella ricerca di appartamenti restano i monolocali, soprattutto nelle zone nord della metropoli e i bilocali, soprattutto di nuova costruzione.

Quali sono le previsioni dell’ultimo trimestre del 2018?

Secondo Andrea Oliva, coordinatore dell’Ufficio Studi di FIMAA, il mercato nei prossimi mesi dovrebbe registrare un leggero incremento delle compravendite residenziali, soprattutto nelle città di Catania, Bari, Roma e Torino. La stabilizzazione invece, è ciò che generalmente caratterizzerà il fronte dei prezzi, ma con delle eccezioni: Milano sarà la città che più di tutte anticiperà il generale trend al rialzo del mercato immobiliare italiano, rialzo che si assesterà nel 2019.