31
Lug

OUTDOOR DESIGN: LE TENDENZE DELL’ESTATE 2017

Materiali innovativi e rivestimenti waterproof a prova di tsunami, ombrelloni big size, docce a tutto wellness e arredi minimali: eccovi tante idee che sposano lo stile en plein air per un’estate 2017 indimenticabile

___________________________________________________________________________________

Spesso capita di visitare case assolutamente piacevoli esteticamente, arredate con gusto internamente, poi ti soffermi sul giardino (magari quello che si trova sul retro) e lo scenario cambia: desolazione, balle di fieno che rotolano, prato color giallo atomico, incuria e stormi di cornacchie starnazzanti. Un set da film western di serie C2 praticamente dietro casa. Un vero pugno perforante negli occhi. Un giardino può essere piccolo o grande, l’importante è che sia curato. Lo spazio verde sul retro e fronte della casa deve essere in grado di ristabilire quell’equilibrio con la natura che stiamo via via perdendo, un ‘lusso’ che non può essere lasciato al suo nefasto destino.

In passato, l’outdoor era più tradizionale, si potevano distinguere due principali tipi di arredo: i mobili da giardino e quelli da veranda. In entrambi i casi, l’offerta si concentrava su arredi che guardavano soprattutto alla conversazione: divano, dondolo, tavolo, stop. Oggi le tendenze dell’outdoor design sono ben altra cosa, vediamole insieme!

 

Il 2017 propone stili e tendenze differenti sul fronte dell’arredo outdoor. Da un lato abbiamo lo stile classico con punte di romanticismo, dove predominano il bianco e le tonalità pastello per elementi dalle linee morbide e sinuose, arricchiti da raffinate contaminazioni vintage. Dall’altro, l’essenzialità cool dello stile industrial offre interessanti spunti per arredamenti più minimal, caratterizzati da geometricità, colori freschi e arredi metallici talvolta di recupero.

 

I tessuti sono i veri protagonisti e sono super decorativi: spazio alle fantasie geometriche per tutti i rivestimenti da esterno. Nel campo degli imbottiti, i tessuti waterproof, realizzati per resistere ai diluvi universali che spesso accompagnano la bella stagione, anche senza essere coperti, hanno la stessa valenza estetica di quelli tradizionali, ma durano nel tempo e non necessitano di alcun intervento.

 

In termini di materiali, non c’è che l’imbarazzo della scelta: alluminio e plastica si alternano al teak – tipo di legno che resiste bene all’esterno, all’acqua e all’umidità anche senza essere pretrattato, grazie all’olio di resina di cui è naturalmente impregnato. Oltre ai tradizionali rattan e alla fibra sintetica, una tendenza per la stagione entrante è l’intreccio: si va dalle reti da pesca alle cime da vela, alle corde più naturali.

 

A prescindere dai gusti e dalle esigenze personali, il tavolo è un must nei giardini. Se il divano e la sdraio sono il fulcro della funzione pennichella, il tavolo da giardino, corredato di panche, sedie o poltroncine è il luogo dove godersi la bella stagione con del buon cibo, in compagnia di carboidrati complessi smaltibili svariati mesi dopo.

Se diciamo tavolo, più giardino, più raggi ultravioletti, non possiamo non parlare del fidato amico ombrellone. Gli ombrelloni di design sono accessori tutt’altro che secondari nell’arredo di un giardino o di uno spazio esterno. Sono assolutamente vitali. La loro funzione estetica va quindi di pari passo con quella pratica. Tra i materiali più utilizzati, legno e alluminio o acciaio per la struttura e tessuti tecnici waterproof oppure cotone per la tela di rivestimento. E non mancano soluzioni 2.0 con tanto di illuminazioni LED. Pensati per ripararci dai raggi del sole, la tendenza 2017 li vuole super big size, perfetti per serate conviviali intorno a un tavolo in giardino o in un salotto all’aperto.

 

Quando arrediamo il giardino, ricordiamoci poi che i complementi d’arredo sono importantissimi per dare un tocco personale all’ambiente esterno. Già la scelta di lanterne e di vasi dove alloggeremo fiori e piante aromatiche è importante, ma per rendere davvero unico il nostro angolo green paradise sarà necessario anche qualche pezzo originale e inusuale, magari figlio del riciclo creativo.

 

Ultima chicca, ma non per importanza, è la doccia da giardino. Gli ultimi trend portano lo spazio wellness all’aperto, in giardino, a bordo piscina (per i più fortunelli). Di legno, di pietra, contemporanea o minimalista, l’importante che la doccia esterna sia di design. Praticamente in pochi metri avrete tutto il necessario per assecondare la vostra bramosa voglia di benessere e di meritato ozio totale…