17
Apr

#SCANDINAVIAMANIA

Questo articolo profuma di cannella e cardamomo, ma anche di natura selvaggia e di legno fresco appena tagliato. I paesi del Nord non smettono di dettare le tendenze. Ecco come arredare la tua casa in perfetto stile nordico.

Se vi diciamo Scandinavia, cosa vi viene in mente? A parte Filippa Lagerback, giunoniche vichinghe in micro bichini taglia xxs, Ikea e le sue celebri polpette in salsa di mirtilli?

Bravissimi, quel nord Europa che comprende Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia e la più lontana e selvaggia Islanda e che dà vita a quella meraviglia di Paesi dal Prodotto Interno lordo sempre in cima alle classifiche del nostro sistema solare, dalla qualità della vita che rasenta la perfezione e che tanto dettano legge in fatto di arredamento e design. Una moda oramai molto ben consolidata, lo stile targato Scandinavia, tanto da poter parlare di una vera e propria febbre del Nord. Insomma, #ScandinaviaMania, una tendenza che è dilagata talmente tanto che oramai troviamo salotti e cucine in salsa lappone anche a Tunisi.

 In effetti, prima che il resto del mondo si accorgesse dello stile scandinavo, i paesi nordici erano già diventati guru di uno stile di design che fonde funzionalità ed estetica, molto prima che questo fosse scoperto come una tendenza. Poi è arrivata Ikea, con i suoi mobili dai nomi alla d*ck of dog, impronunciabili per noi europei del Sud, e abbiamo iniziato a conoscere qualcosa in più dei paesi dell’estremo settentrione.

Lo stile scandinavo è caratterizzato da linee iper sobrie, da texture di materiali di elevata qualità e da un design semplice e totalmente votato alla funzionalità. Pulito, elegante e ricercato ma al contempo “caldo” e accogliente. Uno stile, quello nordico, molto facile da portare in casa propria, se seguirete queste 5 ‘regole’. Ecco come creare una perfetta casa in salsa scandinava:

  1. Primo punto è l’uso del legno come materia primaria. Rendere omaggio alla natura, lasciando i materiali nel loro stato più grezzo e puro è un must nordico imprescindibile.

 

  1. Veniamo ai colori: massimo tre toni, assicurandovi che siano tenui, neutri e complementari. Il bianco è il re, insieme alle tinte pastello (verde menta in testa) e a quelle naturali. Il bianco trasmette inoltre luce e purezza, pulizia, senso di pace. Ohhmmm.

 

  1. L’ordine è la parola d’ordine: tutte le camere devono essere pensate in ottica funzionale, massimizzando ogni metro quadrato. Per arredare la zona notte, ad esempio, anche per il guardaroba è bene optare per soluzioni semplici e pratiche: un appendiabiti in metallo sarà la scelta perfetta.

 

  1. Sfruttare al massimo la luce naturale. Le finestre sono grandi e luminose e gli ambienti caratterizzati dalla presenza di grandi aperture che permettono alla luce naturale di diffondersi.

 

  1. Infine la scelta degli accessori. Le tende sono sempre lunghe e colorate nelle tinte pastello, semplici e d’effetto, facili da cambiare nel tempo. E ancora materiali quali lana, corda, pelo e uncinetto sono veri must have dell’arredo nordico, da avere in casa ripensati in versione cuscini, coperte, tappeti, sgabelli.

 

 

Dulcis in forno, non vi resta che preparare i Pepparkakor, che a discapito del nome da lassativo fulminante, sono deliziosi biscotti di zenzero e cannella la cui video ricetta la trovate cliccando qui.